Il "Sepolcro" - Sant'Ambrogio di Voltri

Vai ai contenuti

Il "Sepolcro"

Vita della Comunità > Gruppi Associazioni Servizi > La Confraternita
SIGNIFICATO

  • Alla Messa vespertina del Giovedì Santo, la comunità cristiana si riunisce per commemorare Cristo Sacerdote che istituisce il Sacramento dell'Amore. L’Eucaristia come memoriale della «nuova ed eterna alleanza», presenza viva e permanete di Cristo in mezzo al suo popolo.
  • La Messa “in Coena Domini” (nella Cena del Signore), si conclude con la processione del SS.mo Sacramento al Luogo della Reposizione. Preparato in una cappella convenientemente ornata, popolarmente e comunemente nota come “Sepolcro”. Si parla, a tal riguardo, di “reposizione” e non di “ostensione” perché più marcata sia la fede nella presenza di Cristo, che pur non vediamo.
  • Il rito che conclude la Messa in Cena Domini è la solennizzazione dell’antica prassi di portare, alla fine di ogni Messa, il Pane Eucaristico in un luogo distinto dall’aula dei fedeli, o comunque fuori dell’area presbiteriale, in vista del viatico per i moribondi.
  • La Cappella della Reposizione viene allestita per custodire il Pane Eucaristico per la comunione, che verrà distribuita il Venerdì della Passione del Signore.
  • Tutti siamo a questo punto esortati a dedicare un po' di tempo all'adorazione, davanti al Santissimo Sacramento nel tabernacolo.
  • La mattina del Venerdì Santo gli occhi e il cuore sono invitati ad orientarsi al particolare mistero della Passione del Signore. La preghiera presso l'Altare della Reposizione avvenga senza solenità (più a carattere privato che pubblico o liturgico), senza venir meno all’onore dovuto alla custodia Eucaristica.


La Confraternita ha da sempre voluto onorare il Santissimo Sacramento, curando l'allestimento del Luogo della Reposizione. Anche oggi prosegue questa antica tradizione, allestendo il "sepolcro"  per la Chiesa Parrocchiale.



alcune foto
dell'ultimo "sepolcro" 2018



alcune foto
dei passati "sepolcri"

Torna ai contenuti